Pensiero del giorno – Quello che non vogliamo sapere

Riflessione notturna

– Molto più importante di quello che sappiamo o non sappiamo è quello che non vogliamo sapere. – Eric Hoffer

Cos’è che non vogliamo sapere? Che, magari, non c’è nessun angelo custode a proteggerci.
Che quel ragazzo tanto carino e che ci fa battere il cuore non è adatto a noi. E i nostri genitori un giorno non ci saranno piú.

Ci sono tante cose che io non voglio sapere. Per esempio che, probabilmente, non rivedrò alcune persone che sono state tutto per me.
Che, a volte, mi comporto male. Veramente.
So di legarmi troppo alle cose e alla gente: la mia casa, la mia stanza, le persone care. Voglio tanto bene a tutti e ciò mi rende vulnerabile e poco indipendente.
Che l’Italia è una piccola espressione geografica e io sono solo un pezzo di puzzle grandissimo. Un pezzo neanche essenziale. E altri pensieri ancora…

Rifiutiamo di ammettere anche cose stupide. Magari la nostra auto fa le bizze e NO,non possiamo risolverlo da soli. Dobbiamo sborsare soldi, ci serve un meccanico.
Che cinque cioccolatini al latte sono decisamente troppi. Che a quest’ora dovrei dormire.

Hope

Però a volte NON voler sapere delle cose è l’unico modo per andare avanti. Totò il principe dalla risata diceva:–  Vi sono momenti minuscoli di felicità, e sono quelli durante i quali si dimenticano le cose brutte. La felicità, signorina mia, è fatta di attimi di dimenticanza. –

Abitare i nostri sogni, non è solo essere infantili o non sapere riconoscere la realtà. È sopravvivere. È speranza. Magari i nostri genitori non ci sarenno più un domani ma, intanto, possiamo goderci il tempo con loro.

E guardate la Regina D’Inghilterra…Sembra più in forma del principe Carlo!

Lo ammetto ci sono troppe cose che non voglio sapere. Cose che neanche posso scrivere. Ma la vita è un mistero. E smettere di credere è una sconfitta.

–  Senza la speranza è impossibile trovare l’insperato. –
Eraclito

Perciò si. So che è pericoloso nascondere a se stessi delle cose, vivere in un mondo d’illusioni. Ma so che per quanto tutti dovremmo essere più realisti, ci sono delle cose che è meglio non dirci. Che non causano altro che dolore. Quindi anche se non mentirò spudoratamente a me stessa, mi concederò ogni tanto una bugia bianca. E chissà che quel sogno, quel desiderio impossibile…non si riveli vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *