Provando Dynasty: nuova serie della CW

Guardati le spalle!

Dynasty, l’originale, è una serie trasmessa negli Stati Uniti di genere soap opera. La prima volta è stata mandata in onda nel 12 gennaio 1981. Ora il network CW ha deciso di creare un reboot nel 2017. Io e mia sorella eravamo nella sua stanza e non sapevamo proprio cosa guardare. A questo punto abbiamo deciso di dare una chance a questo show. Su Netflix c’erano solo due episodi e abbiamo iniziato a vedere il pilot.

Io l’ho trovato leggero ma appassionante, un’intrattenimento sfizioso per la serata. Le ambientazioni sono molto belle, tanto che temevo fosse una specie di Gossip Girl. Invece l’età dei protagonisti e il focus sull’ambizione di Fallon, il personaggio principale, lo hanno reso uno show più maturo.

Fallon è una ragazza che lotta con tutta se stessa per i suoi sogni, vuole raggiungere il vertice dell’azienda di famiglia. Il padre, però, dopo tante avventure inconcludenti si è davvero innamorato e ha intenzione di sposarsi e affidare la compagnia alla sua futura moglie.

 

Interessante anche capire se il fratello di Fallon sia davvero così gentile e altruista come fa trasparire e se la sua nuova relazione gay abbia o meno un futuro. E le nuove famiglie ricche e potenti? Probabilmente mireranno al potere della famiglia Carrington ora che ci sono dei dissidi interni.

Una scena dello show è stata totalmente ridicola e in pieno stile soap – opera. Sinceramente ho riso nel vedere le due personaggi femminili accapigliarsi e il classico vestito finito a brandelli di una delle due. Ma, secondo me, vale la pena proseguire la visione e capirne di più. Il finale dell’episodio poi ha avuto un colpo di scena sinceramente inaspettato.

Non me la sento ancora di dare un voto positivo dopo 45 minuti. Ma credo che possa essere un bel prodotto per chi cerca uno show non impegnato che, comunque, è in grado di non annoiare e regalare emozioni. Soprattutto consigliato a un pubblico giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *