…forse troppo rosa Mi piace scrivere. Stamattina non avevo molto tempo, avendo un appuntamento nel pomeriggio. Però ho voluto dedicare un paio d’ore a buttare giù questa piccola storia che mi è passata nella testa. Si intitola… Un cuore ricoperto di polvere Mayra avrebbe compiuto ventisette anni il mese prossimo. Le sembrava una data importante, aspettava da una vita il giorno della festa. Quell’evento era il primo lusso che si concedeva con i guadagni del suo misero stipendio. Sebbene si fosse laureata a pieni voti in legge, per ora, era solo una stagista in un piccolo studio legale. Dalla soffitta della sua casa di LondraRead More →

Svariati fatti miei e riflessioni generiche Ieri è stata una giornata intensa. Ho cominciato il pomeriggio uscendo con una persona nuova. Ultimamente mi accorgo che sono timida solo quando sono in gruppo, quando mi trovo a parlare occhi negli occhi con una persona questo mio difetto non viene fuori. Lo chiamo difetto perché, per gli altri sarà anche simpatico o tenero da vedere, ma per me è un incubo essere timida. Non vi dirò nulla sulla persona che ho incontrato se non che era molto simpatica e indossava un cappello. Chi indossa un cappello al giorno d’oggi? Non è da tutti. È un dettaglio cheRead More →

Riflessione notturna – Molto più importante di quello che sappiamo o non sappiamo è quello che non vogliamo sapere. – Eric Hoffer Cos’è che non vogliamo sapere? Che, magari, non c’è nessun angelo custode a proteggerci. Che quel ragazzo tanto carino e che ci fa battere il cuore non è adatto a noi. E i nostri genitori un giorno non ci saranno piú. Ci sono tante cose che io non voglio sapere. Per esempio che, probabilmente, non rivedrò alcune persone che sono state tutto per me. Che, a volte, mi comporto male. Veramente. So di legarmi troppo alle cose e alla gente: la mia casa, laRead More →

Storie di vita vissuta Ieri pomeriggio dovevo andare a trovare una persona speciale (okay, il mio ragazzo) che era abbastanza raffreddato. Ho deciso di portargli un fumetto … Qualcosa non troppo da ragazzi né da ragazze, che potessimo leggere insieme. È importante la condivisione in una coppia. Adoro quando ci si racconta di esperienze individuali, ma è bello anche avere dei punti in comune. Esempio – Allora ti è piaciuto l’ultimo album di ( … E qui potete inserire il nome del cantante che vi piace…) – Era un po’ sottotono, veramente. Anche se, nella traccia 3 c’é un assolo di chitarra fantastico! – CioèRead More →

Esprimersi tramite le famose faccine Partiamo dal presupposto che sono andata a vedere questo film con le aspettative sotto le scarpe. Avevo sentito pochi pareri positivi e molti negativi. Mi sono seduta e ho guardato scettica i trailer che precedevano l’inizio di Emoji. In braccio avevo una confezione di pop corn al caramello. All’inizio non capivo bene dove voleva andare a parare il regista ma, alla fine della proiezione, quando le luci si sono accese… Mi sono alzata abbastanza soddisfatta. Molte cose non mi hanno convinta a partire dalla trama che non mi è sembrata salda. Potrei elencare i vari difetti notati ma preferisco direRead More →

Si guarda al futuro ma anche al passato Come saprete, sebbene sia bello e giusto scommettere su nuove idee, ci sono anche storie che vale la pena di ascoltare ancora e ancora. Un ricordo molto bello di quando ero piccolina era il film Hocus Pocus. La notte di Halloween io e mia sorella guardavamo questo film che raccontava di tre streghe ritornate dal passato. Ancora ricordo la canzone principale “I put a spell on you”.   Ora il film sarà riproposto in versiona completamente nuova su Disney Channel. Anche il cast cambierà! La notizia mi rende felice seppure temo che il prodotto possa non essereRead More →

Socchiudi gli occhi vuoti e ti guardi attorno. Non c’è un varco, non c’è un ritorno A felici ricordi remoti. Abissi neri, non definiti Non puoi parlare, la bocca è cucita Solo banalità, tutto privo di vita Ricerca di illusione, favole, miti. E di notte fa tutto più male. Una ragnatela sulla pelle incolore crepe e frammenti, ancora dolore. Non sai che cerchi, che cosa vale. Ma di notte fa tutto più male. Keira Beh, qualche volta mi diverto a giocare con le parole. Ho condiviso questa filastrocca cupa sul mio profilo ed è piaciuta molto, quindi ho deciso di mostrarla anche a voi lettori. Read More →